Piano traffico: già al lavoro un team comunale - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Piano traffico: già al lavoro un team comunale

 

<<Il Piano del Traffico è un tema molto sentito dalla cittadinanza, ma anche da me in quanto studioso di trasporti >> - ha detto l’assessore Stefano Maggi – nel rispondere all’interrogazione a firma di Marco Falorni (Impegno per Siena), che chiedeva informazioni sui tempi di redazione e di presentazione in Consiglio Comunale.

<<Abbiamo approvato, con un’apposita delibera di Giunta, la redazione del Piano di Mobilità (più a lungo termine) e del Piano del Traffico (biennale). Riconosco che su questo tipo di progettazione siamo fermi dal 2001, nel frattempo, però, gli uffici hanno elaborato varie cose, come il Piano per i motorini e le ARU. Il Piano del Traffico è sicuramente un tema spinoso soprattutto se si considera, ad esempio, che dal 2000 al 2013 i motorini sono triplicati: da 5000 a 15.000, oppure i circa 700 passaggi giornalieri in una via centrale come il Corso cittadino>>.

<<Dobbiamo – ha proseguito l’assessore – essere veloci nel dare risposte alla città, il gruppo di lavoro costituito da personale interno è già impegnato con scadenze già programmate. Il Piano della sosta per le due e tre ruote sarà pronto a fine gennaio, poi discuteremo anche sull’ampliamento delle zone ciclabili. Mentre è previsto per agosto il Piano della mobilità, comprensivo del Trasporto merci per il quale stiamo studiando una tariffazione degli accessi, così da scoraggiare i grossi furgoni per trasporti di poca entità>>.

Allo studio, infine, un ampliamento della pedonalizzazione perché, come ha ricordato Maggi: <<se per la ZTL siamo ai vertici nazionali per le zone ad uso esclusivo dei pedoni siamo al 60° posto>>.

Marco Falorni, nel dichiararsi soddisfatto per le informazioni ricevute ha suggerito attenzione sia in tema di pedonalizzazione perché, come ha evidenziato: <<Dobbiamo migliorare la vita dei cittadini e non complicarla, sono molte le persone anziane che hanno bisogno di usare l’auto anche semplicemente per riuscire a portare la spesa nelle proprie abitazioni. Anche sulle piste ciclabili stessa sensibilità, vista la silenziosità del mezzo che non può essere avvertito in tempo da persone con problemi di età>>.