Grandi classici, danza e tanti giovani saranno protagonisti della stagione teatrale dei Rinnovati - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Grandi classici, danza e tanti giovani saranno protagonisti della stagione teatrale dei Rinnovati

Ventisei titoli, divisi fra i nove della stagione di prosa ‘classica’, con tre repliche di ciascun titolo, i cinque della rassegna NuovaMente a teatro,  cinque della stagione di danza,  sei delle compagnie residenti nei Teatri di Siena, con “escursioni” dunque, anche ai Rozzi e una serata fuori abbonamento con Marco Paolini. E’ questo, in estrema sintesi il programma del cartellone teatrale  dei Rinnovati approvato dalla giunta comunale oggi, mercoledì 24 agosto. I prezzi dei biglietti e degli abbonamenti sono rimasti invariati rispetti alla passata stagione, per favorire il maggior afflusso di pubblico possibile e  ribadire il valore che ha per gli amministratori e gli organizzatori il fatto che il Teatro debba continuare ad essere, uno spazio il più possibile accessibile a tutti.
Prosegue, dunque, la consolidata collaborazione che lega il Comune di Siena con la Fondazione Toscana Spettacolo, il circuito regionale del teatro e della danza, è stato un cartellone senza dubbio fra i più intensi del panorama teatrale nazionale. La stagione, accanto al grande teatro italiano del Novecento a quello contemporaneo al musical e alla  danza, vedrà  una fitta serie di iniziative rivolte in particolare a giovani e giovanissimi e ai laboratori artistici per favorire l’avvicinamento allo spettacolo dal vivo.
I primi spettacoli della stagione Da martedì 15 a giovedì 17 novembre si parte con lo spettacolo inaugurale Le bugie con le gambe lunghe, un classico Eduardo nella straordinaria interpretazione di Luca De Filippo.  Da venerdì 9 a domenica 11 dicembre sarà la volta dell’autrice francese ‘cult’Yasmina Reza, della quale Alessio Boni, Gigio, Alberti e Alessandro Haber propongono Art, uno dei testi più apprezzati dal pubblico di tutto il mondo. Da martedì 10 a giovedì 12 gennaio il grande musical sbarca ai Rinnovati con la Compagnia della Rancia diretta da Saverio Marconi, un binomio che è garanzia per l’alto livello tecnico e qualitativo delle proposte, con Happy days, dall’indimenticabile serial tv, con un numeroso cast di attori/ballerini/cantanti.
Dopo il musical, da venerdì 20 a domenica 22 gennaio arriva il cinema, con Colazione da Tiffany, dal film di Blake Edwards e dal racconto di Truman Capote con una incantevole Francesca Inaudi a riproporre il personaggio di Holly Goligthly .  Da venerdì 3 febbraio a domenica 5 febbraio un’altra figura femminile è quella proposta da Isabella Ragonese con La commedia di Orlando, opera tratta dal capolavoro di Virginia Woolf. Da venerdì 2 a domenica 4 marzo invece, sarà la volta del capolavoro di Edmond Rostand Cyrano de Bergerac. Da martedì 13 a giovedì 15 marzo, invece, andrà in scena un altro classico del Novecento “Due di noi” dell’inglese Michael Frayn con Lunetta Savino e Emilio Solfrizzi, mentre da venerdì 23 a domenica 25 marzo sarà presentato L’Avaro di Moliére.
NuovaMente a teatro Ancora tanto Novecento per la rassegna NuovaMente a teatro, con il Beckett di Massimo Castri -Finale di partita, bellissimo spettacolo giustamente strapremiato, con Vittorio Franceschi e Milutin Dapcevic; con il pirandelliano Uno, nessuno, centomila che tanti apprezzamenti ha portato al suo protagonista, il bravo Fulvio Cauteruccio. E ancora con The history boys, dal racconto (poi anche film) di Alan Bennet con Elio De Capitani e Ida Marinelli e tutti i ragazzi dei Teatridithalia un altro momento di teatro contemporaneo di gran qualità. A cui segue la lettura fresca, giovane e attuale del classico scespiriano Giulietta e Romeo proposta dalla regista Serena Sinigaglia con i vivaci componenti della sua compagnia Atir. Chiude il capitolo Nuovamente a teatro, il 27 marzo in occasione della Giornata Mondiale del Teatro lo spettacolo Appuntamento a Londra, del premio Nobel Mario Vargas Llosa, una commedia che i due protagonisti, Pamela Villoresi e David Sebasti, hanno replicato ovunque riscuotendo grande apprezzamento.
La stagione della danza Si aprirà il 14 dicembre la stagione di Danza, proseguendo in quella tradizione che ha fatto della piazza di Siena, complice la collaborazione dell’FTS, una delle capitali toscane della danza. Si parte con Caravaggio, suggestiva e visionaria coreografia di Matteo Levaggi per il Balletto di Torino, sulle atmosfere dei quadri e sulla vita del pittore lombardo. Quindi torna RBR Dance Company, compagnia italiana di danza contemporanea assai amata, con Varietas Delectat un omaggio al grande compositore Antonio Salieri in una commistione di stili e generi. A seguire Silvia Azzoni etoiles e solisti  Gala di danza una serata nella quale la ballerina proporrà  alcune pagine del repertorio neoclassico moderno, insieme ad alcuni tra i più straordinari danzatori, il tutto con le coreografie del grande John Neumeier, il nume dell’Hamburg Ballett. Sarà la volta, poi, di una compagnia fra le più amate della danza mondiale, quella fondata da Josè Limon che da New York porta a Siena un programma con alcune fra le sue più significative creazioni. Infine un altro ensemble italiano di fama internazionale chiude la sezione danza, Spellbound Dance Company e il suo geniale coreografo Mauro Astolfi con Le Quattro stagioni, una recente creazione di forte impatto visivo e emotivo.
Gli spettacoli delle compagnie residenti nei teatri senesi, Rinnovati e Rozzi. Anche in questo caso vengono presentati alcuni fra i lavori più interessanti del mondo della danza contemporanea, con Virgilio Sieni, che offre il suo Studies of the human body, su riflessione filosofica di Giorgio Agamben per cinque danzatrici, mentre la compagnia Motusdanza presenta la novità Dimmi cosa mangi , coreografia di Simona Cieri; e la compagnia Francesca Selva propone Sulle labbra tue dolcissime, un lavoro della stessa Selva. Per la prosa il Teatro d’Almaviva di Duccio Barlucchi presenta La tempesta di Shakespeare; l’Associazione culturale Sobborghi diretta da Altero Borghi presenta Mazzini, la compagnia TeatrO2 affronta un testo di Harold Pinter, Una specie di Alaska con la regia di Mila Moretti. Infine quest’anno viene proposto, fuori abbonamento, uno degli ultimi, e più riusciti, lavori di Marco Paolini, Itis Galileo.
Molte iniziative arricchiranno il cartellone, tra cui una serie di visite ‘spettacolari’ al Teatro dei Rinnovati, un importante progetto sulla figura di Luciano Bianciardi e la sua opera, curato dalla senese LaLut e, per tornare alla danza, il convegno dedicato a George Balanchine e la rivoluzione estetica della danza e che vedrà coinvolte personalità di primo piano nella cultura tersicorea e sarà concluso da uno spettacolo di altissimo livello del New York City Ballet.
Prezzi e abbonamenti I prezzi di biglietti e abbonamenti per la stagione teatrale 2011/2012 sono rimasti invariati. Per questa stagione, inoltre, sono previste molte formule di abbonamento con particolari facilitazioni per i più giovani. I prezzi dei biglietti partono dai 5 euro per i giovani fino a 22 euro per gli interi di platea, mentre gli abbonamenti, nelle varie declinazioni, vanno da 30 a 165 euro.  La Campagna abbonamenti avrà inizio con le riconferme degli abbonati della scorsa stagione teatrale 2010-2011, dal 19 al 30 settembre 2011. Nei giorni 24 e 25 ottobre sarà possibile acquistare l’abbonamento “speciale studenti”, mentre la vendita dei nuovi abbonamenti avrà luogo nei giorni
27, 28 e 29 ottobre. Per informazioni su orari e modalità della campagna abbonamenti spettacoli@comune.siena.it o telefonare al numero 0577 292225