“Cibo per la mente”, incontro pubblico al foyer del Teatro dei Rinnovati - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

“Cibo per la mente”, incontro pubblico al foyer del Teatro dei Rinnovati

Lacompagnia MOTUS organizza il giorno 11 novembre alle ore 17,30 un incontro apertoal pubblico dal titolo “Cibo per la mente”, che si terrà presso il foyer delTeatro dei Rinnovati (ingresso via Salicotto, 6). Il convegno si occuperà dialimentazione di qualità, di cultura del cibo, patologie alimentari,  agricolturametropolitana, ma, anche, di cultura, come cibo indispensabile per la crescitadei cittadini.

Alconvegno partecipano: l’assessore alla cultura Lucia Cresti, Donatella Pollini(Direttrice Teatri comunali), Leonilda Giusti  (Associazione MedicaToscana per lo Studio e la Ricerca in Psichiatria, Psicoterapia e Scienze Umane), Donatella Cinelli Colombini (Consorzio del Brunello di Montalcino) ,Mariella Bussolati (Network Libere Rape Metropolitane) , Marco Minetto (SlowFood Toscana), Martina Ciabatti, Lorena Cosimi e Laura Verga (Teatro Valle diRoma),  Franco Cioni (Unicoop Firenze) , Armando Cutolo (Università degliStudi di Siena - Dipartimento di Studi Storico-Sociali e Filosofici).

L’appuntamento,realizzato con il sostegno del Comune di Siena e della Regione Toscana, rientranel quadro delle iniziative del patto per il Riassetto del Sistema Teatraledella Toscana.

Maperché una compagnia di danza decide di organizzare un convegno sulcibo?        

<<Permoltissimi buoni motivi - spiega Simona Cieri coreografa della compagnia - ilprimo è il fatto che quest’anno il progetto produttivo di MOTUS prevede unospettacolo che si occupa del cibo. Si intitola Dimmi cosa mangi e debutterà il prossimo 26 novembre nella stagioneteatrale dei Rinnovati. La seconda ragione sta nel fatto che, in periodi dicrisi economica, si tende a pensare che la cultura sia la prima cosa su cui sidebba risparmiare. Noi, invece, siamo fermamente convinti che nutrire la mentesia altrettanto importante che nutrire il corpo>>.

“Ciboper la mente” sarà, dunque, un incontro pubblico sull’alimentazione, ma, inperfetto stile MOTUS,  anche una sfida a chi afferma che “la cultura nonsi mangia”.