Cento anni di storia dell’Istituto Achille Sclavo in una mostra fotografica all’Accademia dei Fisiocritici - Comune di Siena

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Logo Comune di Siena
 

Cento anni di storia dell’Istituto Achille Sclavo in una mostra fotografica all’Accademia dei Fisiocritici

L'Università di Siena celebra i 40 anni del Gruppo anziani e del Gruppo donatori di sangue dello Sclavo, due realtà, attive ancora oggi, nate tra i lavoratori dell'Istituto fondato da Achille Sclavo. Sabato 1 ottobre alle ore 10, nell'aula Magna dell'Accademia dei Fisiocritici, verrà inaugurata la mostra fotografica “Quelli dello Sclavo”, dedicata alla storia dell'Istituto e a quanti vi hanno lavorato contribuendo a farlo divenire una delle realtà più importanti nella storia dei vaccini a livello nazionale e internazionale. La mostra, che ripercorre la storia dell’istituto, dei suoi laboratori, delle persone che lo hanno fondato, dei personaggi che vi hanno lavorato, è curata dal Cutvap, Centro universitario per la tutela e valorizzazione dell’antico patrimonio scientifico, e rimarrà aperta nei locali dell'Accademia fino al 20 ottobre.
Dopo gli interventi di Pier Luigi Frogi e Antonio Nassi, presidenti del Gruppo anziani e del Gruppo donatori di sangue dello Sclavo, Francesca Vannozzi, docente della facoltà di Medicina dell’Università di Siena e presidente del Cutvap, ripercorrerà la storia dell’Istituto Sclavo e il suo rapporto con la città, a partire dal 1904, anno della sua fondazione.
In seguito saranno premiati i vincitori del concorso “Achille Sclavo a Siena, la città laboratorio”, bandito dal Gruppo anziani Sclavo per festeggiare i 40 anni dalla sua costituzione, e rivolto agli studenti dell’Istituto tecnico per le Biotecnologie ambientali e sanitarie “Monna Agnese”.
La mostra fotografica è il primo risultato della convenzione firmata tra il Cutvap e il Gruppo Anziani Sclavo, che prevede la salvaguardia dei beni artistici, archivistici, fotografici e di strumentaria storico - scientifica facenti parte del patrimonio dell’Istituto. In particolare l'Università - attraverso le professionalità presenti nel Cutvap - si occupa del lavoro di studio, ricerca, classificazione di materiale fotografico e allestimento di esposizioni.
La giornata è promossa dallo stesso Centro universitario per la tutela e valorizzazione dell’antico patrimonio scientifico, con la collaborazione dell'Accademia dei Fisiocritici, nell'ambito della XXI Settimana della Cultura Scientifica e Tecnologica promossa dal Miur e dell'Anno internazionale della Chimica.
L’Istituto tecnico per le Biotecnologie ambientali e sanitarie “Monna Agnese”, unica scuola di questo genere presente sul territorio senese, ha partecipato al concorso “Achille Sclavo a Siena, la città laboratorio”, bandito dal Gruppo anziani Sclavo, con tutte le classi di studenti, dalla prima alla quarta. I ragazzi hanno approfondito la storia dell’Istituto Sclavo e prodotto lavori multimediali sulla storia di Siena e i temi legati ai virus, ai batteri e ai vaccini. Gli studenti vincitori, che hanno prodotto un lavoro sul tema “Siena e la pestilenza”, sono Capponi Ludovica, Kaur Harpreet, Paccagnini Pietro, Petreni Davide, Piscitello Simone, Sandoiu Serena, Sandoiu Luca Daniel, Ternullo Leonardo, Vaida Roxana, Viti Andrea Michele.
Alla premiazione parteciperà Valeria Bertusi, Dirigente scolastico dell’Istituto.
Il 17 ottobre ci sarà una giornata interamente dedicata ai lavori dei ragazzi, che saranno esposti al pubblico.